Pellicola
> Super8 e 8mm
> 16mm
Videocassetta
> Hi8 e Video8
> VHS
> Mini-DV
> NTSC
> Betacam
> Altri Formati
> Audio
> Audiocassetta
> Bobina Audio
> Disco in Vinile
> Microcassetta
> Fotografia
> Diapositive
> Contatti
> Ritiro e Consegna
> Preventivo
> Contatto e Info
> Listino Prezzi
> FAQ
Riversamento NTSC su DVD Riversamento
Videocassetta NTSC su DVD

Listino Prezzi per trasferimento su DVD

_________________________________________________________

VHS NTSC (sistema americano) VHS SECAM (sistema francese)
Fino 60
minuti
€15,00
Fino 120
minuti
€25,00

________________________________________________________

Video8 / Hi8 / Digital8 NTSC su DVD
Fino 60
minuti
€20,00
Fino 120
minuti
€30,00
________________________________________________________
Mini-DV NTSC su DVD
Fino 60
minuti
€20,00
Fino 120
minuti
€30,00
________________________________________________________

Alcune e-mail dei Nostri Clienti

I Servizi di ItaliaFoto
 
vi verranno offerti comodamente a casa vostra
in questo modo:

1. Compilate la richiesta di preventivo on-line, senza impegno, per sapere il costo del riversamento dei video NTSC oppure contattateci.

2. Confezionare il pacco da spedirci utilizzando una scatola resistente affinché le vostre video cassette siano ben protetti.
Rimuovere eventuali etichette o altri contrassegni di vecchie spedizioni dal pacco e indicare in modo leggibile i dati del mittente e del destinatario:

Italiafoto
Via dell’Alloro 201
Roma (RM) 00172
3.
Compilate la richiesta di ritiro a domicilio oppure contattateci.

4. Il nostro servizio di corriere (SDA) ritirerą il pacco con le video cassette all'indirizzo da voi fornito.
Il ritiro sarà a nostro carico per tanto non pagherete nulla al momento del ritiro.

5. Una volta completato il riversamento, la contatteremo per informarla sulla data della riconsegna e l’importo da pagare direttamente al corriere in contrassegno.

Importante:
Il materiale originale ritirato viene sempre restituito.

Per qualsiasi chiarimento o particolari lavorazioni contattateci via e-mail: info@italiafoto.it

Ritorna al'Inizio
 
Non scordare i tuoi ricordi in un cassetto
 

Riversare il contenuto di videocassette (VHS, video8 e mini DV), dei filmini (super 8 e 8 millimetri) su digitale (DVD o Hardisk) vuol dire salvaguardare un patrimonio di immagini, personale o professionale, che non ha valore in quanto unico. Tenendo conto che i filmati su nastro magnetico si smagnetizzano con il tempo, le pellicole cinematografiche soffrono il decadimento dei colori, si deteriorano sino a non essere pił visibili, i tuoi ricordi senza il riversamento su supporto digitale, andrebbero perduti per sempre.
Con il digitale puoi rivedere all'infinito le scene pił belle della tua vita al televisore o sul computer. Inoltre puoi montare insieme le scene pił belle, aggiungere foto, colonne sonore o effetti speciali.
Servizi digitali Italiafoto.it:
Riversamento videocassette su supporto digitale, riversamento di pellicole cinematografica super 8, 8 millimetri, 16 millimetri, trascodifica da NTSC o SECAM a Pal, sonorizzazione, Authoring DVD, montaggio video, codifiche digitali video (divx, mpg1, mpg2, media player, real video).
Scansione diapositive, negative e fotografia
Riversamento di audiocassette, nastri magnetici tipo Geloso e dischi vinile su CD audio.

Ritorna al'Inizio
 

NTSC

 

Il primo e il pił vecchio dei tre standard video principali nel mondo. NTSC (National Television System Committee), sviluppato negli USA fra il 1939 e il 1941 come sistema di trasmissione in bianco-e-nero e proposto come sistema a colori nel 1953. E’ uno standard per la creazione, trasmissione e ricezione di contenuti video per le aree geografiche Corea, Giappone, Canada, USA e alcuni paesi americani. Presenta una velocità di aggiornamento dello schermo differente da quella del segnale europeo PAL ed è quindi incompatibile.

Il sistema NTSC è derivato da un vecchi sistema in bianco-nero e, a causa della mancanza di una stabile, affidabile e sicura codifica del colore è spesso soprannominato “Never The Same Colour” (mai lo stesso colore). In effetti, è il solo sistema video che permetta all’utente finale di modificare la tinta e la dominate di colore. Nei sistemi PAL questa regolazione era possibile solo nei sistemi di primissima generazione (1970)

Il parametro più determinate per il sistema NTSC è la frequenza video che è di 29.97 quadri (fotogrammi) al secondo; questo valore decimale e strano sarà causa di molti guai nella conversione si un film su pellicola in un video in standard NTSC.

Caratteristiche

L'NTSC può essere di tipo interlacciato (60i) o progressivo (30p) e 24p 3:2 pullup. Nel caso specifico del 60i abbiamo 60 semiquadri che compongono 30 fotogrammi al secondo (in realtà la frequenza esatta è di 29,97 al secondo - 60 Hz). Lo Standard NTSC prevede l'utilizzo di 525 linee per la definizione di un fotogramma completo e di 262.5 linee per ogni semiquadro necessario all'interlacciamento in ambiente 60i. Sul totale delle 525 linee solo 486 vengono realmente utilizzate per comporre l'immagine, mentre le restanti vengono impiegate per altre informazioni come il sync, il captioning e la velocità di tracciamento. Il formato 60i è il più adatto (e diffuso) in ambito televisivo e di diffusione/creazione di materiali per la fruizione via CRT. Nel caso del 30p abbiamo una scansione di 30 quadri interi senza alcuna tecnica di interlacciamento. Questa scelta, offerta dai camcorder di ultima generazione, restituisce un caratteristico effetto di flickering simile a quello prodotto dalla proiezione di contenuti girati in pellicola. Proprio per questo il sistema progressivo, e nello specifico il 24p, sta prendendo piede in tutti quei campi contigui al Cinema Digitale e al mondo del Cortometraggio in video. Il formato 24p è particolarmente utile nell'eventualità si debba procedere ad un trasporto su pellicola dei contenuti girati in video proprio per l'assenza dei semiquadri e per il medesimo frame rate della pellicola, il che consente un diretto rapporto fra fotogramma video, fotogramma in pellicola e scansione temporale.

La risoluzione in pixel del fotogramma NTSC dipende dal veicolo di diffusione o creazione. Queste le risoluzioni NTSC più in uso:
• Ambito Televisivo: 646x486
NTSC DV: 720x480
D1 NTSC (ITU-R 601): 720x486

Colore

I monitor lavorano in RGB, ma non è lo spazio colorimetrico nel quale "lavora" il nostro cervello. Il nostro cervello percepisce i colori Come una combinazione di luminosità e di due informazioni complementari relative al colore. Lo spazio colorimetrico YUV tenta di imitare questo metodo di funzionamento. L' NTSC utilizza uno spazio colorimetrico simile, YIQ, per comporre il segnale. Il I (in-fase) e il Q (quadratura) sono modulati insieme poi è aggiunto l' Y (luminosità) . Come potete vedere questi diversi elementi sono mescolati tra loro alfine di comporre un segnale composito che viaggerà attraverso i cavi..
Ma al mommento della conversione dello spazio colorimetrico YQI, i colori molto saturi generano anche una tensione molto elevata che per esempio può cambiare il nero in bianco. Se il bianco corrisponde a 1V e il nero a 0V il giallo sarà a 1,33V e il rosso a -0,33V.
A causa della compatibilità retroattiva con le vecchie impostazioni TV NTSC in bianco e nero la norma NTSC ha limitato il segnale ammissibile al 20% al disopra del bianco e del 20% al disotto del nero. Ma qualche colore come il giallo e il rosso oltrepassano questi limiti, in più o in meno, del +33% per esempio per il giallo
Queste limitazioni del NTSC sono la principale causa dei problemi incontrati. Anche il segnale di sincronizzazione del Video è mescolato al segnale YIQ, I colori rosso e giallo per la loro tensione possono affliggere il segnale di sincronizzazione per questo motivo la sincronizzazione del vostro TV è scorretta.
Il sistema PAL non ha queste limitazioni di compatibilità retroattiva.

 

 

DVD

 

Il DVD, acronimo di Digital Versatile Disc (in italiano Disco Versatile Digitale) è un supporto di memorizzazione di tipo ottico.

Storia
Il DVD è il prodotto della cooperazione di alcune fra le maggiori aziende nel campo della ricerca e dell'elettronica di consumo: il cosiddetto DVD forum, ovvero l'istituzione che si è incaricata di redigere le specifiche del nuovo supporto, era infatti formato da Philips, Sony, Matsushita, Hitachi, Warner, Toshiba, JVC, Thomson e Pioneer. L'intento era quello di creare un formato di immagazzinamento di grandi quantità di video digitali che fosse accettato senza riserve da tutti i maggiori produttori, evitando quindi tutti i problemi di incertezza del mercato dovuti alla concorrenza fra formati che si erano presentati al tempo dell'introduzione delle videocassette per uso domestico.

Il DVD forum individua 3 principali campi d'applicazione per il DVD:

  • il DVD-Video, destinato a contenere film, in sostituzione della videocassetta;
  • il DVD-Audio, pensato per sostituire il CD Audio grazie a una maggiore fedeltà e capacità;
  • il DVD-ROM, destinato a sostituire il CD-ROM.
Sia nel DVD-Video che nel DVD-Audio sono previsti sistemi di protezione in grado di disincentivare la duplicazione dei contenuti (si veda a tal proposito la voce Content Scrambling System). Proprio a causa di problemi nello sviluppo dei codici di sistemi di protezione adeguati, lo standard DVD-Audio sembra essere l'applicazione meno fortunata del formato DVD (vedi oltre). Al contrario lo standard DVD-Video e DVD-ROM sono apparsi sul mercato sin dal 1997, ottenendo un enorme successo commerciale.

In Italia il primo lettore DVD è stato commercializzato dalla Panasonic nell'aprile 1998 al costo di 1.200.000 lire (619,75 euro), anche se ancora era impossibile acquistare DVD.

A stampare i primi film in DVD per il mercato italiano è stata la Columbia Tristar Home Video della Sony dall'estate 1998 cominciando con, al prezzo 54.900 lire (28,35 euro, ovvero 34 euro rivalutati all'estate 2007), quattro grandi successi cinematografici: Jerry Maguire, Jumanji, Nel centro del mirino e L'incredibile volo. Da quel momento la Columbia ha pubblicato quattro film al mese. Successivamente, a partire dall'autunno dello stesso anno, anche Warner ha diffuso nei negozi i suoi primi titoli ad un prezzo consigliato di 44.900 lire (23,19 euro, ovvero 28 euro rivalutati all'estate 2007) tra i quali Qualcuno volò sul nido del cuculo, I ponti di Madison County, Guardia del corpo e altri.

Il DVD-Video

I DVD-Video sono supporti digitali in grado di contenere fino a 240 minuti di materiale video in formato MPEG-2. L'audio può essere indifferentemente in formato PCM (stereo non compresso), in formato Dolby Digital AC3 (che prevede da 1 a 6 canali), in formato DTS (a 6 o 7 canali) o in formato MP3.

I DVD-Video in commercio possiedono un codice detto codice regionale per poter essere riprodotto, usando un lettore DVD da tavolo, solo in una determinata zona del mondo (il globo è stato suddiviso in aree dalle major cinematografiche). I codici regionali dei DVD-Video sono i seguenti:

Le zone del DVD0 - Tutto il mondo (nessuna restrizione)

  1. Canada, USA e suoi territori
  2. Europa, Giappone, Sudafrica, Medio Oriente
  3. Sudest asiatico
  4. Australia, Nuova Zelanda, America centrale e meridionale
  5. Russia, India, Asia nordovest e Africa del nord
  6. Repubblica Popolare Cinese (tranne Hong Kong e Macao)
  7. Riservato
  8. Speciali sedi di riunioni (aeroplani, navi, hotel, etc.)

Il futuro dei DVD
Anche se l'industria ha decretato che il DVD è tecnologicamente morto, si ha l'impressione che il suo uso continuerà per un lungo periodo. Nel frattempo è già in atto una terribile guerra per stabilire cosa lo sostituirà.

Gli standard proposti per succedere al DVD sono il Blu-ray e il DVD ad alta definizione (HD DVD), tra loro incompatibili. Si spera che le industrie raggiungano rapidamente un accordo, per evitare guerre commerciali che disorientino i consumatori (come avvenne ai tempi della guerra tra i formati di videocassette VHS e Betamax).

Lo studio di possibile standard che permetterebbe il successivo salto di qualità è già allo studio avanzato: si tratta dell'Holographic Versatile Disc (HVD), basato sulla tecnologia delle memorie olografiche, e permetterà di contenere tra i 300 e gli 800 Gigabyte su un disco.

Ritorna al'Inizio
 
ITALIAFOTO
Via dell'Alloro, 201
Roma (RM) 00172  - ITALIA
Tel: 062308463 / 345 8735585
Email: 

orario al pubblico:

 lun a ven dalle 09:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 18:00

sabato dalle 09:00 alle 13:00